4 milioni di dollari per le memorie di Amand Knox



Chi si ricorda di Amanda Knox? In Italia penso tutti, ma proprio tutti visto che i media nazionali le hanno sempre regalato tanto e troppo spazio.

La Knox, riassumendo molto in breve è una delle protagoniste del processo di Perugia, coinquilina della studentessa inglese Meredith Kercher. Amanda fu accusata in un primo momento, dell’omicidio della Kercher, per poi essere assolta. Durante il periodo di detenzioni nelle carceri italiane la bella studentessa di Seattle ha pensato bene di tenere un diario, a detta di alcuni, molto puntuale.

 

Ora questo diario sta addirittura per essere pubblicato e in America è scattata una sorta d’asta tra le major dell’editoria a stelle e strisce per aggiudicarsi i diritti di questo testo.

Knox che fa rima con Fox, volpe in inglese, nell’aspetto commerciale è tutt’altro che una sprovveduta tanto che per piazzare questo suo istant memoriale partorito in quel di Perugia ha pensato bene di ingaggiare un agente letterario considerato un vero e proprio guru nell’ambiente, cioè Robert Barnett, che nella sua carriera si era già occupato di negoziare i diritti delle memorie di personaggi del calibro di presidenti ed ex presidenti come Barack Obama, Bill Clinton e George W. Bush.

“ Tutti si innamorano di lei. E soprattutto tutto il mondo ha parlato di questa vicenda, ma nessuno ha sentito cos’ha da dire Amanda”. Così ha commentato una rappresentante della Harper & Collins, casa editrice che si è aggiudicata i diritti dell’opera per 4 milioni di dollari.

 

Già dal paese de Il Milione di Marco Polo e Le Mie Prigioni di Silvio Pellico, entrambi scritti in periodo di detenzione, ecco arrivare questo altro “prezioso” volume.