Ami scrivere? Lasciati leggere: il primo festival letterario dell’inedito



Il 26, il 27 e il 28 ottobre 2012 i vostri manoscritti nei cassetti potranno diventare protagonisti grazie al nuovo festival “Ami scrivere? Lasciati leggere”, iniziativa culturale presentata a Roma al museo Buciardo, dal suo ideatore, il giornalista Alberto Acciarri.

Questo primo festival dell’inedito si realizzerà a Firenze, in collaborazione con il supplemento letterario del quotidiano La Stampa, Tutto Libri, nei locali ottocenteschi della Stazione Leopolda.

Quindi i testi dimenticati nei cassetti, come si suol dire, saranno qui vagliati dai circoli dei lettori creati dal’associazione di Acciari e presenti su tutto il territorio nazionale.  Da questi circoli  verranno selezionati 400 lavori che passeranno poi all’esame dei Capitani di lettura, cioè Carlo D’Amicis, Paola Pascolini, Linda Ferri, Giuseppe Antonelli e Chiara Valerio, mentre il presidente del comitato è Antonio Scurati. Il presidente/ scrittore ha poi rilasciato un’intervista al giornale torinese:

“Il festival è un mezzo per avviare una nuova modalità di comunicazione. Penso a un rimedio per tutto quello che accade sui social network, tutti parlano, nessuno ascolta o legge.. tutti ti subissano di messaggi ma nessuno si cura dei tuoi. Si tratta d’interrompere questo circuito. Mi sembra che il Festival offra un’occasione unica, quella di una lettura condivisa. Dove tutti sono pari merito, gli scriventi e gli scrittori, gli editori , i produttori di cinema e format. Un modo per attuare una sospensione di quella loquacità di massa…”

Piccola chiosa personale di un Malaapokalipsa qualunque, ma esiste una differenza tra scrittore e scrivente, che forse lo scrittore ha ormai perso l’azione dello scrivere e quindi non è  più scrivente?Mah, sofismi a parte è  da segnalare la quota d’iscrizione, per partecipare bisognerà, sembra, pagare 130 euro (davvero?).