Asterix abbatte anche le porte della BNF, la biblioteca nazionale di Francia





Forse solo l’eminente Umberto Eco, autore del saggio Apocalittici e Integrati, da sempre amante della letteratura e del fumetto si sarebbe augurato tanto ma ora le Nuvole Parlanti (nomignolo con cui è conosciuto il fumetto dai suoi appassionati), trovano la loro rivincita ufficiale nei confronti della letteratura aulica.

Succede a Parigi, alla Biblioteca Nazionale di Francia, la BNF dove si conservano i incunaboli degli amanuensi medioevali, preziosi codici miniati e la Bibbia stampata da Gutenberg.

Insieme a questi volumi preziosi ora ci sono anche 3 album originali di Asterix, per la precisione
Asterix il Gallico (il primo della serie), Asterix e il falcetto d’oro (il secondo) e Asterix e i Belgi ( l’ultimo ideato con Rene’ Goscinny)

Albert Uderzo, giunto alla venerabile età di 84 anni, ha dichiarato:

”Pensavo di donare i miei album originali ai nipoti, ma sono sempre più convinto che é meglio regalarli alla Biblioteca Nazionale” suscitando l’entusiasmo di Bruno Racine, direttore della Bnf, che vuole organizzare una mostra dedicata all’eroe gallico che, almeno nelle pagine dei fumetti, sconfisse l’impero romano.

Questo ingresso nella Biblioteca Nazionale di Parigi è sicuramente un solenne evento, un’incoronazione ufficiale e solenne per il mondo del fumetto che in Francia, è visto come una cosa seria, anzi serissima.