Dear Dad, Ky Mani racconta un padre- mito come Bob Marley



E’ uscito ieri, in data 23 Aprile 2012, Dear Dad , autobiografia di Ky Mani Marley, decimo figlio del compianto re del Reggae Bob Marley, opera letteraria destinata a far discutere al di là del suo valore letterario. Recentemente pubblicato negli States arriva ora in Italia, pubblicato da  Chinaski Edizioni, editore interessante che gli appassionati di musica devono davvero tenere d’occhio.

Tornando a Dear dad, cioè Caro Papà, possiamo vedere come in queste pagine  il 36enne Ky Mani abbia deciso di raccontare per la prima volta cosa è realmente accaduto  subito dopo la morte del padre, svelando così anche i problemi legati all’eredità e a un sistema familiare chiuso quanto ostile che lo ha escluso, relegandolo al ruolo di figlio illegittimo. Anche se sposato con Rita, una delle sue coriste con la quale ha avuto tre figli, Marley in totale ha avuto 11 figli, frutto di sette relazioni.

Secondo quando scritto dallo stesso  Ky-Mani in questo libro, a differenza dei  suoi fratelli e delle sue sorelle, non ha goduto delle ricchezze del padre ma anzi è stato costretto a vivere di espedienti  per le strade  più malfamate di Miami, Liberty City. Ky Many vuole però proporre un messaggio di speranza al mondo raccontando il suo riscatto da una vita fatta di privazioni e violenza  che l’ha portato a diventare un cantante di successo, candidato ad un Grammy Awards.

 

Ky Mani è nato a Falmouth, in Giamaica, nel 1976, da un’avventura extraconiugale tra il padre Bob e la mamma, una campionessa di ping pong. Oggi vive a Miami ed è conosciuto ed apprezzato come artista musicale e attore ma prima di arrivare al successo ha conosciuto la povertà.