Il Grande Gatsby, demolita la villa che ispirò Francis Scott Fitzgerald





Non c’è pace per le dimore storiche e letterarie.

E’ già sparita quella di Edgar Allan Poe a Baltimora, mentre quella di Verlaine è stata messa in vendita non troppo tempo fa.

Ora a questa triste lista di luoghi letterari in via di abbandono va ad  aggiungersi la sontuosa e ricca villa di Long Island, New York, luogo ispiratore di uno dei più celebri romanzi americani, Il Grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald, il libro che diede il via alla letteratura jazz.

La casa appartiene ora a mister David Brodsky che ha deciso di demolirla entro fine marzo perché i costi di mantenimento sono ormai diventati insostenibili.

Smetterà di esistere dunque nella nostra realtà l’abisso esplorato da Gatsby per restare immortalato nelle pagine del suo romanzo più famoso e nella mente dei suoi amati lettori.