La sfuriata di Bet di Christian Frascella



Intendiamoci, ci sono letture e letture, e questa è una lettura contemporanea, dove contemporaneo non troppo spesso e volentieri è usato in termini positivi.

Che dire? Precisiamo che qui la scelta di lettura contemporanea è usata perché questo “La sfuriata di Bet” è un libro contemporaneo, con tutti i suoi limiti e le sue virtù, piegato com’è alle scelte editoriali del marketing. Ossia è un libro carino, che scorre via facilmente ma che, molto probabilmente, finirà con il perdersi nelle librerie di molti che dimenticheranno in fretta di averlo letto.

Bet è la protagonista di questa vicenda, character arrabbiato con il mondo, che cova un rancore frutto di una tragedia familiare, anche se tutto ciò nel libro viene spiegato in un’altra lingua, molto viva a dire il vero e questo è un segnale positivo.

Bet trascorre così le sue giornate in un mondo invero simile, troppo duro e cinico per essere vero, metafora di una realtà contro televisiva che si è spinta forse un po’ oltre.

Ma che fa Bet? Memore forse di quanto già successo in una pellicola di Salvatores, Sud, si incatena. Lì erano disoccupati che si incatenavano al termosifone, qui è una studentessa che si incatena nell’aula del preside e  se nel film la notizia si spargeva grazie alle telecamere dei media, qui Bet diventa famosa grazie al video su You Tube.

Questo libro segue il successo commerciale di Mia sorella è una foca monaca e molto probabilmente ne seguirà le orme. A noi è sembrato ben scritto, Frascella è un talento e su questo siamo d’accordo, ma con qualche limite, di già visto e di credibilità e speriamo che al buon Christian passi la voglia di diventare il Fabio Volo degli arrabbiati.

 

 

Titolo: La sfuriata di Bet

Autore: Frascella Christian

Editore: Einaudi

Collana: I coralli

Data di Pubblicazione: 2011

ISBN: 880620615X

ISBN-13: 9788806206154

Pagine: 206

Formato: brossura

Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea