Mia Madre è un fiume di Donatella Di Pietrantonio



Piacerà e piace molto a vedere in rete i commenti dei vari lettori il libro d’esordio di Donatella Di Pietrantonio Mia Madre è un fiume, inserito nella collana Scatti di Elliot Editore.

Il libro sviluppa il rapporto di “amore andato storto da subito” tra madre e figlia. La genitrice, ormai anziana é afflitta dai segni della pesante malattia, perdendo contatto con la propria esistenza, dimenticando la sua identità.

Sarà quindi compito della figlia prendersi cura di lei, nel corpo, ma anche nell’anima, cercando di raffazzonare quest’identità che si va fuggendo di pagina in pagina.

Una saga familiare, ricucita dalle parole di chi, quel periodo non l’ha visto; la figlia che si ritrova sulle sue spalle il peso di dover riallacciare quadri di memoria perduta altrui.
Sullo sfondo c’è l’Abruzzo, regione aspra, così come la sua gente per questa storia toccante, commovente, presentata al Premio Strega 2011.

Indubbiamente la Di Pietrantonio ha una voce sua e si dimostra sensibile regalando alcuni passanti davvero toccanti.

Ma c’è una cosa non va giù.
Almeno a noi.
E’ la marcata scrittura breve.
Che va tanto di moda oggi.
Periodi corti.

Forse troppo poco adatti a raccontare una storia familiare ma che tanto piacciono al mercato odierno per una letteratura che si fa sempre meno letteraria e sempre più slogan. Di seguito mettiamo un esempio giusto per darvi un’idea.

Ho chiamato ogni limite mia madre.
Le ho imputato il mio volo zoppo.
Lei è il mio pretesto…
Mia madre è un albero.
Alla sua ombra mi sono giustificata.
Si secca, anche l’ombra si riduce.
Presto sarò allo scoperto.

Certo, poetico e a tratti va bene, più che bene, benissimo ma alla lunga appesantisce tutto.

Ovviamente, com’è giusto che sia, c’è a chi questo stile piace.

 

Mia Madre è un fiume di Donatella Di Pietrantonio

Prezzo di Copertina: euro  16,00
Prezzo Scontato (Web): euro 12,80 Sconto:  20,00%
Gennaio  2011
ISBN 9788861921610