Piotr Kowalczyk e i suoi romanzi di carattere: 160 per la precisione, come un sms



L’ultima frontiera del libro?
L’sms.
Ma avremmo potuto cominciare oggi anche con: Short Message System e i suoi 160 caratteri potranno trasformare il libro?

Secondo alcuni sì, visto che si tratta di una scrittura sperimentale, di tipo creativo a anche innovativo, pensate a quante variazioni ortografiche e grammaticale vengono trasmesse ogni giorno sui cellulari.
Ma se c’è qualcuno che è decisamente favorevole a questa innovazione letteraria è Piotr Kowalczyk, lo scrittore polacco è ormai una vera e propria web star ed è stato uno dei primi a trattare l’sms come uno strumento di letteratura.
Il suo caso è abbastanza strano e merita una rinfrescatina per i più che si staranno sicuramente chiedendo: ma chi è costui?

Kowalczyk aveva scritto quattro libri di racconti, ma non era riuscito a trovare un editore disposto a pubblicarglieli e così ha deciso di seguire un percorso, tracciando una nuova strada, non certo ortodossa, adattando i suoi racconti alla scrittura per cellulare, passando poi a venderli come sms sequenziali.

L’iniziativa ha riscosso un buon successo tanto che ora trovate le sue storie anche sul portale di Amazon.
Non male vero per una frase di 160 caratteri.