Quale Versione di Barney è Migliore? Il libro o il film



Proprio in questi giorni, sulle frequenze del digitale terrestre di Iris, c’è in palinsesto il film tratto da La Versione di Barney, libro cult di Mordechai Richler ma è meglio il film o l’opera letteraria? Continuate a leggere qui di seguito per scoprirlo…

 

La versione di Barney al cinema, è stata tutta un altra versione. Infatti molti dei nostri lettori si sono chiesti: ” Ma cosa resta nella pellicola di Barney, di quel vecchio ebreo/canadese con gravi problemi di memoria, tanto da non riuscire più a ricordare come si dice mestolo che avevamo tanto amato nelle pagine di Mordecai Richler?” A malincuore, come abbiamo già ammesso prima, dobbiamo dire che resta poco o nulla  del bello del Barney  letterario per intenderci. Barney è stato un uomo di successo, in gioventù ha vissuto a Parigi tra artisti e intellettuali per poi far ritorno al suo amato Canada e diventare ricco grazie a dei traffici di import /export non troppo chiari. Ma quel che preme a Barney è il dover raccontare assolutamente la sua versione dei fatti perché c’è un fantasma che lo perseguita. Nel film di Richard J. Lewis, troppo buonista e di gusto hollywoodiano, tutto questo non c’è e non si salva solo Dustin Hoffman. Infatti nella versione cinematografica di Barney si notano solo aspetti come la bontà, la simpatia, la capacità di amare e la generosità con gli altri. Manca l’altra faccia di Barney, qui è tutto positivo, mentre quello letterario è decisamente ben più complesso, ambivalente, come solo la natura dell’uomo sa essere.

 

 

 

locandina