Scoprendo Superman, il più letterario dei super eroi



Superman, l’uomo d’acciaio, risiede nell’immaginario collettivo di tutti. L’eroe delle nuvole parlanti creato d  due ragazzi ebrei di provincia, Jerry Siegel e Joe Shuster, ad anni di distanza dal suo remoto arrivo sul pianeta terra, continua a ispirare i più alti ideali degli uomini.

Ultimo superstite di un pianeta distrutto, l’evoluto e arido Krypton, Kal El cresce a Smalville, profonda provincia del Kansas, adottato dai Kent, Martha e Jonathan, prima di trasferirsi a Metropolis dove finirà a lavorare, come giornalista, nel famoso Daily Planet.

Questa storia, a dire il vero la conoscono tutti, perché almeno una volta l’hanno vista, sentita o letta visto che le avventure di Superman sono state coperte in tutti i media, caldi o freddi che siano, e sono passate alla televisione, al cinema, sui giornali, alla radio, negli albi ai fumetti e perfino nei microfilm in un epico scontro con Kassius Klay.

Non è stato il primo ad arrivare ma sicuramente è stato il primo ad avere una diffusione globale, facendosi porta bandiera del lato più luminoso del sogno americano perché a dirla tutta lui è buono, come Clark Kent, è super buono, come Superman appunto.

Potente e granitico, per diversi anni, ha visto scivolare via lettori su lettori, pronti a sbarcare su lidi e titoli più dubbiosi, fino a quando non è arrivato lui, Straczynski, già autore di un celebre ciclo de l’Uomo Ragno. Uomo tra gli uomini, super uomo tra i super uomini, l’autore ha voluto cercare una risposta al quesito qual è il ruolo di Superman, scoprendo che nessun super uomo potrà mai essere una super isola.

Parliamo di un personaggio che sa volare, che ha contatti odierni con civiltà spaziali e che per questo motivo potrebbe aver perso il contatto con la realtà. Già, per questo motivo, Straczynski ha voluto riportare l’ultimo kryptoniano con i piedi per terra, scrivendo Grounded, dove non si vola ma si percorre l’America restando con i piedi per terra, tra le fabbriche dimesse delle grandi periferie e la lotta tra gang per il dominio dello spaccio, anche questo è il sogno americano di un paese che Superman deve riscoprire.

Ora in Italia  Superman riparte da uno, dopo il passaggio staffetta tra De Agostini-Lion, dove si comincia con il ciclo curato da Morrison e disegnato da Morales.

Ma Superman è anche un romanzo di  Tom De Haven, dalla quarta di copertina :

Dalle campagne del Kansas alle strade di New York, passando per i riflettori di Hollywood, il giovane e impacciato Clark Kent compie il cammino che lo trasformerà nell’Uomo d’Acciaio, destinato a salvare il mondo. E intanto incontra una donna grintosa ed emancipato come bis Lane, e un nemico potente e inquietante come Lex Luthor. Un sorprendente romanzo di formazione e di avventura, in cui Storia e Mito si incontrano. Con la partecipazione straordinaria di minacciosi robot, scienziati pazzi e criminali totalitari

Chiudiamo con una frase di Lois Lane, da Kryptonite (volume II LION) : Superman il mondo è un posto incredibilmente severo, ed è ingiusto, sleale e cinico. Ma tu hai mostrato a me e a tutti gli abitanti di Metropolis che non deve andare in questo modo. Non se ci aiutiamo l’un l’altro come possiamo. Può essere così facile non è vero?