Settembre 2012: classifica dei libri più venduti



Torniamo oggi a occuparci della classifica dei libri più venduti, dove in decima posizione, al momento, troviamo Il Cacciatore di  Clive Clusser, pubblicato da Longanesi,  opera che precede in classifica un suo compagno di scuderia, cioè il Massimo Gramellini di Fai bei sogni, piazzatosi al nono posto.

In ottava posizione si assesta con un bel colpo l’ Andre Agassi di Open, pubblicato da Einaudi, uno dei pochi libri che riesce a mettere tutti d’accordo, critici e lettori, non è un saggio, non è una biografia ma è qualcosa che vende e forse piace..

In settima posizione troviamo  Il ragazzo da parete di Stephen Chbosky, volume già comparso in Italia nel 2006, senza troppa gloria, ma che è pronto ora a cavalcare la trasposizione cinematografica.

Sesta posizione per  I segreti d’Italia. Storie, luoghi, personaggi nel romanzo di una nazione di Corrado Augias, autore sinonimo di garanzia per le classifiche, edito da Rizzoli.

Carmine Abate, fresco vincitore del premio Campiello 2012, con il suo La collina del vento, pubblicato da Mondadori si gode invece la sua quinta posizione.

Le posizioni dal quarto al secondo posto vengono occupate dalle Cinquanta sfumature di nero di E- L. James, in ordine nero, rosso e grigio.

La classifica è invece dominata dal solito Ken Follet con L’Inverno del mondo, secondo volume della sua trilogia in corso.

 

Questa era la classifica dei libri più venduti a metà settembre 2012, sappiamo benissimo che le classifiche lasciano il tempo che trovano, difficilmente vi rientra un capolavoro,  ma rappresentano lo specchio culturale di un paese, e voi, siete contenti di quanto mostrato finora?