Storia della mia gente di Edoardo Nesi vince il Premio Strega 2011



Rullino i tamburi siori e siore, venghino venghino che finalmente abbiamo il tanto atteso e tanto annunciato vincitore del Premio Strega 2011, giunto alla sua 65esima edizione.
Ad aggiudicarsi il premio questo anno è lo scrittore Edoardo Nesi con il suo libro intitolato “Storia della mia gente”, pubblicato da Bompiani. Nesi ha vinto con ben 138 punti, quasi il doppio del secondo classificato cioè“La vita accanto” di Mariapia Veladiano, volume pubblicato da Einaudi, che ha ottenuto 74 voti finali.

La medaglia di bronzo, se mai fosse assegnata, spetterebbe invece a Bruno Arpaia che con il suo “L’energia del vuoto” pubblicato da Guanda si è fermato a 73 voti, un voto in meno della Veladiano. Fuori dal podio virtuale sono rimasti Mario Desiati con il suo Ternitti, pubblicato da Mondadori, che ha ottenuto 63 voti e Luciana Castellina, quinta  con il  “La scoperta del mondo” pubblicato da Nottetempo, fermatosi a 45 voti.

A spegnere il fuoco delle polemiche, poche in realtà quest’anno, ci pensa poi Gian Arturo Ferrari, presidente del Centro per il Libro e la Lettura,  che ha così commentato:
“La diceria che lo Strega sia un premio in cui i grandi gruppi editoriali fanno manovre dietro le quinte è una ‘balla’, lo dico una volta per tutte. Non è affatto un premio ‘corrotto’. Gli Amici ragionano con la propria testa, non sono dei ‘soldati’ dei grandi gruppi. A volte votano per il libro del gruppo a cui sono legati, certo, ma solo se il libro è piaciuto loro, non per obbedire a presunti ‘ordini dall’alto’… Nella sua storia, lo Strega ci ha ‘preso’ spesso, premiando ottimi libri”