Typee: Avventura in Polinesia di Melville





Typee,  Avventura in Polinesia, prima opera narrativa di Herman  Melville, torna in libreria grazie ad un’operazione di restauro letterario compiuta  da piano B edizioni, con tanto di fedele traduzione ad opera di Luigi Berti.

Per chi non lo sapesse Typee  segnò il debutto letterario di Helman Melville, sì, esatto l’autore di Moby Dick, qui al ritorno da una lunga esperienza marinara ma senza balene al seguito. In quest’opera lo scrittore americano introduce alcune delle tematiche che saranno poi fondamentali nei suoi futuri lavori come  il conflitto tra la natura e la cultura, l’inevitabile sconfitta dell’uomo, così come quella della storia e della memoria, contro la misteriosa forza del male destinata a distruggere ogni civiltà.

Typee  è un’opera dal forte sapore autobiografico che ha il merito di affermare Melville come scrittore dopo questa esotica avventura nel mezzo del Pacifico, sulle Isole Marchesi, un paradiso terrestre della Polinesia tra cannibali e buoni selvaggi.

Typee: A Peep at Polynesian Life è il romanzo d’esordio di Herman Melville, con il quale si impose all’attenzione del pubblico e della critica. Fu da subito un caso letterario, e fino alla seconda metà del Novecento era considerato il suo capolavoro. Molto più di un affresco esotico e picaresco, Typee è un romanzo “vero” fino quasi a confondersi con la cronaca, è insieme opera biografica, inno alla natura, diario avventuroso e trattato antropologico.

Herman Melville è stato uno scrittore, poeta e critico letterario statunitense, autore nel 1851 del romanzo Moby Dick, considerato uno dei capolavori della letteratura americana.

Ed è proprio il caso di dirlo: buona riscoperta a tutti, anche a chi ha paura delle balene!

Herman Melville

Typee: Avventure in Polinesia

Piano B edizioni

pp.283

euro 15