Amazon contro Eco: la guerra dell’E-book

Ci risiamo, ogni tanto ci tocca parlare di questa Guerra dell’E-Book che continua continua e continua.
Libri contro digitale è il sottotitolo perfetto per questo scontro che sembra aver ormai diviso il mondo della cultura in due separate fazioni.

I campioni più importanti, da una parte e dall’altra, sono stati individuati in Amazon, che nell’angolo destro difende i colori dell’ebook, e nell’illustrissimo, sapientissimo e italianissimo Umberto Eco (uno dei pochi che ha ancora la volontà di parlare seriamente dell’oggetto libro), che nell’angolo sinistro porta con orgoglio i colori del libro di carta.

L’offensiva di oggi, in questa particolare guerra, arriva da Amazon che ha recentemente rilasciato un comunicato stampa, non il primo a dire il verso, dove annuncia che il volume di eBook venduti ha superato quello dei libri stampati tradizionali.

A dare manforte a questa offensiva, si rende noto che sono stati esclusi i volumi digitali scaricabili gratuitamente: una sezione che, come facilmente immaginabile, attira una fetta di pubblico indubbiamente molto importante.

Jeff Bezos, capo di Amazon ha dichiarato in merito:

“Eravamo speranzosi che questo potesse avvenire prima o poi ma non avremmo mai immaginato che sarebbe accaduto così rapidamente”.

Una parte significativa del successo dei libri digitali è da attribuirsi a Kindle, l’e-reader realizzato da Amazon.
E c’è già chi grida alla rivoluzione ecologica di un mondo senza carta, che non sta a pensare troppo al silicio, alla plastica, e all’elettronica invasiva lanciata in campo in questa contro offensiva.
Signor Eco, per piace, da parte nostra, gli risponda lei come sa a modo suo.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica