Cinquanta sfumature di grigio, un baby boom per il libro erotico del 2012?

Non è che devo parlarne è che, per una volta perdonatemi, non avendo letto un libro, voglio parlarne, così affrontiamo oggi, senza cercare di offendere nessuno, il classico prodotto del viral marketing, il cui successo è figlio del passaparola, parliamo ovviamente del fenomeno del momento, cioè l’erotico Cinquanta sfumature di grigio, opera di E. L. James.

L’avete letto? No, sì, meglio o peggio per voi, non saprei dirvi ma è di sicuro curioso il battage pubblicitario su questo prodotto, tanto che i media arrivano ad attribuire a queste pagine addirittura la responsabilità di un baby boom, già avete letto bene, Cinquanta sfumature di grigio ha fatto impennare le nascite, o almeno è quello che potrebbe fare secondo un certo  professor Ellis Cashmore della Staffordshire University, che ipotizza per il prossimo anno un picco nel numero di neonati in Gran Bretagna:

“Con i milioni di copie che ha venduto, ha senso presumere che da qui a nove mesi assisteremo a un vero baby boom. Per la natura stessa del soggetto dei libri sono sicuro che qualche coppia stia rivisitando e riaccendendo idee per qualche tempo latenti in camera da letto. Alcune passioni possono risvegliarsi o semplicemente si può accentuare quanto già esistente all’interno delle relazioni. Si tratta di un libro molto sexy, da quello che ho letto. Niente di troppo sopra le righe a livello letterario. Però ha toccato una corda sensibile, esplorando la mente delle donne in certe situazioni sessuali, dal loro punto di vista”.

Sarà vero? Se leggiamo la recensione di Cinquanta sfumature di grigio scritta da Selvaggia Lucarelli su Libero ci verrebbe proprio da dire no:  “… un romanzo molto simile a un Harmony qualsiasi, sembra essere l’unico elemento di novità. La letterature erotico-familiare, la storia semi-sconcia scritta in casa, tra un arrosto e una lavatrice..”

E voi cosa ne pensate?

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica