Festa Mobile di Ernest Hemingway ripubblicato con otto nuovi capitoli

Per i cinquant’anni della scomparsa del grande scrittore americano Ernest Hemingway, senza ombra di dubbio uno dei più padri della moderna letteratura americana (nato a Oak Park, il 21 luglio del 1899 e morto a Ketchum, il 2 luglio dek 1961), il mondo editoriale italiano lo celebra ripubblicando un’edizione restaurata del suo celebre libro intitolato Festa mobile. Questa edizione celebrativa comprende otto capitoli rimasti finora inediti nel nostro paese.

Festa Mobile è un romanzo incompiuto e postumo: Hemingway infatti non l’ha mai portato a termine. La sua prima pubblicazione risale al 1964 quando Mary Welsh, ennesima moglie di Ernest ( per la precisione la quarta) pescò tra il materiale risalente alla vita parigina degli anni 20 dello scrittore alcuni testi, dandogli un ordine personale.

Ora tocca al nipote, Sean Hemingway azzardare un’operazione simile a quella già tentata da Mary Welsh, proponendo ai lettori questa nuova veste restaurata del romanzo che vede l’integrazione di alcuni passaggi volutamente saltati dall’ex moglie per ripristinare, almeno in teoria, la writer’s cut, proponendoci un taglio letterario così come Papa Ernest avrebbe forse voluto.

Ernest Miller Hemingway, conosciuto come Papa, fece parte della comunità di espatriati a Parigi durante gli anni venti, comunità conosciuta come The Lost Generation (la Generazione perduta), così ribattezzata nel suo libro di memorie Festa mobile.Hemingway ricevette il Premio Pulitzer nel 1953 per Il vecchio e il mare e il Premio Nobel per la letteratura nel 1954.
Altre suo opere celebri sono: Addio alle Armi, Per chi suona la Campana, Verdi Colline d’Africa e Morte nel Pomeriggio.

 

Festa Mobile

Ernest Hemigway

Mondadori

pagg. 194

euro 10

 

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica