Il Superuovo di Viola Di Grado

Per chi ha letto e apprezzato il suo volume d’esordio, cioè Settanta acrilico trenta lana, questo Il Superuovo , di Viola di Grado raccontone di venti pagine, proposto in Zoom, nuova collana e-book di Feltrinelli, da noi già affrontati con le opere di Marco Drago e Veronica Tomassini, potrà spiazzare e, forse, non poco.

Infatti se nel suo tanto apprezzato romanzo d’esordio, pubblicato da e/o, il lettore rimaneva principalmente colpito dalla voce e dalla prosa di questa giovane scrittrice, definita oriental punk per il suo look, ora ne Il Il Superuovo , la Di Grado si dimostra abilissima,  pronta com’è a spiazzare il suo lettore, visto che ha voluto usare una prosa decisamente più classica per una trama che si inerpica, vorticosamente, nel surreale.

Il Superuovo , o per meglio dire la super storia dell’uovo, è ambientato in una Torino, città magica appena accennata nei suo panorami simbolo, come i portici o Superga, parte da questo incipit:

“Dopo tanti decenni di umani che parlavano troppo e si sforzavano di sembrare sinceri è salito al governo un uovo. E non un uovo qualsiasi, ma il misterioso e perfetto Uovo. Silenzioso e serafico, racchiude nella sua rotondità un’intera cosmogonia. Mentre nel mondo si diffondono religioni ovofile e le galline assurgono al ruolo di nuove Madonne, l’Uovo parla per la prima volta: fine intellettuale, nella sua placida rotondità potrebbe celare un rancore non prevedibile nemmeno dai suoi fan più accaniti, gli ovisti.

Un libro, pardon, un ebook, sicuramente sorprendente quanto materno.

Questa la versione letta da noi


Formato: Formato Kindle

Dimensioni file: 2004 KB

Lunghezza stampa: 17

Editore: Feltrinelli Editore (26 luglio 2012)

Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.

Lingua: Italiano

ASIN: B008N21VTQ

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica