Pesca alla Trota in America di Richard Brautigan

C’è un libro che appartiene alla serie d’oro degli oldies but goldies che ha un’anima collettiva ee che viaggia nel tempo fino a noi, si tratta di Pesca alla Trota in America di Richard Brautigan.

Dal sito della casa editrice italiana che l’ha pubblicato, Marcos y Marcos, fedelmente riportiamo:
Potreste leggere Pesca alla trota in America in un giorno di pioggia, a seimila miglia di distanzaaa dalla statua di Benjamin Franklin, in Washington Square, a San Francisco, e averne una nostalgia infinita.
Potreste acquistare qualche metro di torrente in saldo, in questo libro, e pescare a casa vostra: trote iridee, temoli, perfino trote gobbe.
Mentre quelli della sesta classe si divertono a scrivere Pesca alla trota in America sulla schiena dei primini, potreste risalire un torrente in California o nell’Idaho, e incontrare Pesca alla trota in America che chiacchiera con uno scrittore, e sorride a sua figlia che gli infila sassolini colorati in tasca.
Pesca alla trota in America è un alberghetto gestito da cinesi piuttosto ambiziosi, vicino all’incrocio fra la Broadway e la Columbus: non fate caso se l’ingresso sa di lisoform e non fate caso alla tappezzeria; se anche la cambiano in continuazione, non si distingue la nuova dalla vecchia.
Non fatevi scoraggiare dal diario di Alonso Hagen, solo perché si capisce che in centosessanta uscite a pesca ha perso più di duemila trote: non è quello il punto.

Io tempo fa invece scrissi questa recensione che mi piace oggi proporre, perché rileggendola ho visto altro, ho visto questa anima collettiva mutare e così ve la ripropongo affinché anche voi possiate appassionarvi alla Pesca alla trota in America o in alternativa alla maionese.

Pesca alla trota si è spostata per un poco in Italia, sulle rive del Po.
Nulla di nuovo, ai suoi tempi lo fece anche Mark Twain e non vide differenza alcuna tra Torino e il resto d’Italia.
Pesca alla trota nel Po si potrebbe chiamare per un po’.

Questa anima collettiva che ha mosso molti cuori individuali, anima che mio padre non conosce perché lui ha sempre e solamente creduto nell’apostolato originario, mentre suo figlio che perde tempo anche con un apostolato più originale,nella consuetudine degli atti, deviato nei nomi beati di Ginsberg, Kerouac, Corso, Ferlinghetti, Di Prima, Brautigan, mentre questo figlio dice che getta l’esca in acque sicuramente più inquinate.

L’esca è il CV attaccato all’amo così’ come il Cv è attaccato all’amore.

Amore per i libri, passione per i personaggi minori[1] e i sentieri non intrapresi da tutti[2].

Ma l’amore no[3]…era una canzone interpretata anni fa e riprodotta ora senz’anima nei vostri lettori mp3.

Pesca alla trota nel Po ma l’amore no…

Oggi serve essere professionali, competenze professionali,

e a proposito di Amore no…cade per l’appunto Baci rubati di Truffaut…quando il protagonista ha questo problema…deve uscire una sera con una ragazza più alta di lui e risolve il tutto semplicemente assumendo un atteggiamento professionale.
Così, nello stesso modo, in riva al Po si risolvono i problemi.
Assumendo atteggiamenti professionali.
Peccato che io pescatore di trote dai calzini nuovi e senza maionese non conosco le trote del Po, ne tanto meno quelle di altri fiumi, io getto l’amo e inondo d’amore altri fiumi…

Professionale è la svendita dei ricordi di una vita….

Che poi mi sovviene che esiste e che resiste una bellissima poesia di una pescatrice alla trota chiamata Wislala[4] dove vengono descritti i CV senza amore[5].

Ma questa pescatrice ha troppe p, il che non le permette di essere considerata come dovrebbe

P come poetessa

P come polacca

P come pescatrice alla trota

Troppe p piene d’amore per una contemporaneità professionale

P come professionale

L’unica P che viene accettata.

E invece le mie p sono accentate nel mio CV pieno d’amore per le cose fatte e quelle che farò.

Per ora Pesco alla trota e voi leggetevi questo libro
Scusate, dovreste leggere Pesca alla trota in America.

 

[1] Titolo di un libro di…

[2] Vedi Robert Frost

[3] Ma l’amore no. di D’Anzi – Galdieri (1942); interprete Lina Termini

[4] Wislasa Szymborska premio nobel

[5] La poesia è

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica